Cosa Crediamo

 

Principi di Fede

 

Della Chiesa Cristiana Pentecostale "Miracolo Divino” di Roma In qualità di associati potranno partecipare tutti coloro che si impegnano a fornire il proprio contributo lavorativo volontario e si riconoscono e condividono gli scopi spirituali e sociali dei seguenti principi di fede:

a) crediamo in un unico Dio, perfetto nella Sua Unità di Padre, Figlio e Spirito Santo, crediamo alla Sua Sovranità nella creazione nella rivelazione, nella redenzione, nella provvidenza e nel giudizio. Lo crediamo Infinito, Personale, Eterno, Immutabile, Trascendente, Onnipotente, Onnisapiente, Onnipresente, Buono, Santo e Giusto.

b) crediamo in Gesù Cristo, figlio di Dio, vero Dio e vero uomo, generato dal Padre e consustanziale con Lui. Crediamo nella Sua nascita per virtù dello Spirito Santo, dalla vergine Maria, nella Sua vita terrena, nella crocifissione come unico mezzo di riscatto per l’uomo che l'uomo per natura è peccatore e Gesù Cristo attraverso la croce ha pagato il riscatto per tutti coloro che lo accettano e lo conoscono, nella sua resurrezione corporale e nella sua ascesa al cielo dove siede quale unico mediatore fra Dio e gli uomini e da dove lo aspettiamo in gloria, sua seconda venuta.

c) crediamo nella persona dello Spirito Santo, che è proceduto dal Padre e dal Figlio, convince il mondo di peccato, applica al cuore dell'uomo la verità della Sacra scrittura e vive nel credente, con i segni celesti che lo accompagnano, conducendolo nella santificazione, nella testimonianza e nel servizio.

d) crediamo che Dio si è particolarmente rivelato nella Bibbia. Essa è la parola di Dio, divinamente ispirata, infallibile e attendibile nella sua stesura originale, Essa costituisce per noi, l'unica e insostituibile autorità in materia di fede e di comportamento

e) crediamo che l'uomo è stato creato da Dio e che, attraverso il peccato, è caduto nel male e nel dominio del diavolo. ogni uomo è colpevole davanti a Dio per la sua natura e per le sue azioni ed è incapace di provvedere alla propria salvezza. Egli è soggetto alla giusta condanna di Dio.

f) Crediamo che la salvezza dell'uomo è operata unicamente dalla Grazia di Dio, senza opere meritorie ed è ricevuta per la fede. L'uomo salvato è redento dalla colpa, dalla condanna ed  liberato dalla schiavitù del peccato essendo stato giustificato, rigenerato e santificato dall'opera espiatoria e sostitutoria del Signore Gesù Cristo.

g) crediamo che ogni vero credente debba vivere in modo conforme alle indicazioni della scrittura, adorando, ubbidendo, onorando e servendo il Signore.

h) crediamo ai doni dello Spirito santo per l'edificazione, e consolazione del Corpo di Cristo.   

i) crediamo che ogni vero credente, nato dallo Spirito Santo appartiene alla Chiesa universale, Corpo di Cristo, la cui missione è di manifestare la presenza di Dio.   

l) crediamo che il battesimo per immersione e la cena del Signore manifestino esteriormente quanto lo Spirito Santo ha operato nella vita dell'individuo, ubbidendo, a tali ordinamenti dati alla Chiesa, dal Signore Gesù Cristo    

m) crediamo nella risurrezione di tutti i morti per il giudizio finale. Dio giudicherà il mondo con giustizia per mezzo di Gesù Cristo, i credenti a vita eterna e gli empi alle pene eterne    

n) crediamo al battesimo nello Spirito Santo come esperienza, susseguente a quella della nuova nascita, che si manifesta con il segno del parlare in altre lingue, e con una vita di progressiva santificazione.   

o) crediamo nella guarigione divina e nella prosperità divina attraverso l'opera redentrice di Gesù Cristo, il quale ci ha redenti dalla maledizione della malattia, dalla maledizione della povertà e dalla morte spirituale.

p) crediamo che ogni vero credente contribuisca, come ordinato dal Signore, con la sua offerta volontaria, come primizia al Signore ed alle necessità e ai programmi della chiesa, il quale tutto il corpo ben connesso e unito insieme, mediante il contributo fornito da ogni giuntura e secondo il vigore di ogni singola parte, produce la crescita del corpo per l’edificazione di se stesso nell’amore.